Una festa per una buona causa

5 agosto 2014

Gli Animal Benefit Day sono eventi ormai conosciuti e attesi a Dreamland, una bella occasione per stare insieme e per sostenere l’operato di SOS GAIA, l’associazione animalista fondata da Rosalba Nattero. Di recente si è dato un nuovo taglio a questi incontri e il successo ottenuto ha invogliato i volontari a continuare su questa strada.

Danza intorno al fuoco alla festa “Animal Benefit Day”

Tutto nasce dalla necessità e dalla volontà di far conoscere l’associazione SOS GAIA al pubblico e nello stesso momento permettere, a chi vuole, di sostenere il suo operato. Purtroppo animali in difficoltà ce ne sono molti e spesso SOS GAIA si occupa anche e soprattutto di casi che sono definiti disperati o senza via di uscita, che richiedono, come intuibile, contributi economici non da poco. Di recente, ad esempio, ci si è occupati del caso di Bud, un pastore tedesco destinato alla soppressione con problemi di denutrizione, di salute e di abbandono. Grazie all’impegno di SOS GAIA ora Bud si è ristabilito e cerca una casa. Gli Animal Benefit Day diventano quindi occasione di svago ma anche di incontri e di condivisione di storie e di casi. Occasioni utili e fondamentali per dare modo agli ospiti di conoscere e informarsi, anche grazie ai poster affissi in loco, dei casi nuovi o quelli più urgenti, per condividere il lavoro fatto.

A Dreamland in occasione della celebrazione celtica di Lugnasad è stato quindi allestito un mercatino di oggetti usati e non, regalati da volontari e simpatizzanti. La scelta era vasta: libri, dvd, vestiti e oggettistica di vario tipo. Era possibile acquistare o vincere gli oggetti. A differenziare questo Animal Benefit Day dagli altri è stata, infatti, la nascita della “Fiera”: sono stati organizzati i tipici giochi campestri come il tiro al barattolo e freccette e il pozzo dei desideri i cui premi erano proprio gli oggetti in vendita al mercatino. Erano inoltre presenti stand, graditissimi dal pubblico, in cui era possibile farsi fare un tatuaggio celtico temporaneo o la divinazione delle gemme.

A conclusione del bel pomeriggio l’attesa cena, buffet organizzato con il contributo dei partecipanti completamente vegetariano. Non potevano mancare le danze intorno al fuoco seguite dal momento intimista dato dalla meditazione con la musica dedicata agli animali guidata con il flauto da Giancarlo Barbadoro. Nonostante la meditazione fosse prevista al Cerchio di Pietre di Dreamland, suggestivo e ricco di significati, si è dovuta invece svolgere sul terrazzo coperto, poiché le piogge avevano reso impraticabile il Cerchio. Questo però non ha impedito ai partecipanti di vivere a pieno l’esperienza: la meditazione con il flauto ha sempre un effetto benefico e ristoratore sui meditanti.

L’associazione SOS GAIA si autofinanzia e si sostiene con le proprie forze. Iniziative come queste permettono di far fronte alle numerose spese sostenute e soprattutto permettono al pubblico di conoscere questa realtà. Come già accennato visto il successo ottenuto saranno organizzati altri Animal Benefit Day.

 

 

 

Dhebora Ruzza




Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna




Bookmark and Share